Corriere Canadese

Marco Van Basten ha copiato le sue idee dalla vecchia NASL. 
Ai tempi di Pelè e Iarusci nella lega pro americana (1971-1984)se una partita finiva in parità si procedeva con gli “shootout”, che non sarebbero altro che rigori in movimento tipo hockey. 
Allora la palla si poneva a 35 yarde (32 metri) e il rigorista poteva avanzare verso la porta e tirare quando voleva, a patto che lo facesse entro 25 secondi.
Un’altro esperimento NASL fu l’abolizione della linea di centrocampo come limite per il fuorigioco. 
L’off-side allora cominciata dalle 35 yarde in poi. 
Entrambe le innovazioni, shootout e fuorigioco dimezzato, durarono un paio di stagioni, poi vennero abbandonate.

About the Author

Nicola Sparano

Nicola Sparano

More articles from this author