Corriere Canadese

TORONTO - Un preventivo astronomico è stato quello dello staff del comune per la costruzione di una piccola scala nel Tom Riley Park di Etobicoke. Per realizzare gli otto gradini di legno sarebbero stati necessari, secondo gli impiegati di City Hall, dai 65mila ai 150mila dollari, ma il sindaco Tory ritiene che l’azione di Adi Astl che ha deciso di lasciar perdere il Parks and Recreation Department e fare da sè, non può essere giustificata.
La storia ha destato da una parte tanta curiosità ma dall’altra ha spinto i residenti a porsi una semplice quanto logica domanda: come è possibile che l’ufficio del comune preposto a stimare il costo ed occuparsi della realizzazione del lavoro, abbia gonfiato in maniera così esagerata il preventivo? Qualunque cifra, compresa tra i 65 e i 150mila dollari, è qualcosa di insensato. Una assurdità. Frustrato e deciso a scavalcare gli ostacoli, a partire dalla somma di denaro necessaria prospettata da City Hall, il meccanico in pensione Adi Astl ha quindi raccolto con l’aiuto delle persone che frequentano il parco e che della scala vedono l’utilità, 550 dollari e, avvalendosi dell’aiuto di un senzatetto che frequenta il parco in cambio di un po’ di denaro e di una buona colazione, ha costruito la tanto agognata scala.
Tutto bene fino a quando, dopo la sua installazione avvenuta lo scorso mese, un agente il cui compito è far rispettare le bylaw, ha recintato la scala con un nastro giallo per impedirne l’uso ed ha contattato Astl per informarlo di aver “violato la sezione 608 del Toronto Municipal Code”.
Astl, che non è stato denunciato, ha difeso la sua decisione: quel che ha voluto costruire - ha detto - è una scorciatoia per gli innumerevoli anziani e bambini che debbono attraversare la ripida discesa per raggiungere un giardino e un campo da calcio che si trova all’altra estremità del parco. «La sicurezza - ha detto Astl - dovrebbe essere più importante del denaro».
Quel che il sindaco John Tory ha però ribadito è che tuttavia «la decisione di Astl, di fare tutto da solo è stata inopportuna, indipendentemente da quanto possa essere stata irrealistica la stima iniziale del costo per il piccolo progetto».
Il primo cittadino ha aggiunto di sostenere la decisione di rimuovere la scala di legno di otto gradini e di voler chiedere al personale addetto di preparare un progetto  e di fare un preventivo più ragionevole del primo per poterlo realizzare. «Credo che tutti si renderanno conto che si tratterà di una cifra superiore a 550 dollari - ha detto il sindaco Tory - le persone non possono decidere di voler costruire una scala nel parco, andare da Home Depot e acquistare il materiale necessario. Abbiamo responsabilità maggiori per quel che concerne in particolare i requisiti di sicurezza».
Tory ha cercato di giustificare il preventivo fatto dal Parks and Recreation Department dicendo che la stima era stata basata su altre scalinate costruite in altri parchi in passato e che, pur volendo che il comune costruisca la scala desiderata dai residenti della zona, c’è un iter da rispettare. «Astl ha costruito la scala secondo uno standard che non è quello della città - ha detto il consigliere della zona Justin Di Ciano - le scale rendono quel punto del parco più sicuro  di quanto lo fosse prima». Di Ciano ha detto di aver chiesto che la scala venga lasciata al suo posto fino a quando verrà trovata una soluzione permanente che non costi ai contribuenti un occhio della testa. Intanto Astl, che sta ricevendo attestazioni di sostegno da tantissima gente, ironizza sul preventivo fatto dal comune: «Pensavo che stessero pensando di costruire un ascensore», dice.
 

About the Author

Corriere Canadese

More articles from this author