Corriere Canadese

TORONTO - Quando meno te lo aspetti i Leafs fanno la ciambella senza buco. È accaduto a Buffalo, contro una squadra che, contrariamente a quella torontina, è tagliata fuori dalla corsa playoff. La sconfitta, per 5-2, è stata doppiamente pesante, perchè il portiere Frederick Andersen ha subito un infortunio che potrebbe metterlo fuori gioco proprio mentre è in corso lo sprint per il posto al playoff. La causa dell’infortunio sembra essere una botta rimediata alla testa nel primo tempo. Se fosse davvero una commozione cerebrale (concussion) il portiere titolare potrebbe dover star fuori per parecchio tempo.
Nonostante la sconfitta, oggi come oggi, i Leafs sarebbero nella post season perché occupano la settima posizione, un punto in più del Boston che ha disputato una partita in più. Islanders e Tampa Bay sono invece rispettivamente al nono e decimo posto con tre punti in meno dei Leafs.
E dunque, quando mancano otto partite alla fine della stagione regolamentare i torontini sono in buona posizione per accedervi. I Leafs disputeranno in casa cinque delle loro ultime otto gare, a cominciare da domani sera contro la Florida per finire il 9 aprile  prossimo contro il Columbus. In casa i torontini affronteranno anche Washington, Detroit, Tampa Bay e Pittsburgh. Nashville, Detroit e Buffalo le tre trasfette restate  in calendario.
Da segnalare che a Buffalo, l’erdiente golden boy dei Leafs, Auston Matthews, ha segnato il suo gol numero 34.  Wendel Clark realizzò 34 reti nella sua prima stagione con i Leafs ed è quasi certo che Matthews migliorerà quel record.
*Nella foto, Andersen

About the Author

Nicola Sparano

Nicola Sparano

More articles from this author