Corriere Canadese

TORONTO - Bene, avanti così. I Maple Leafs sono diventati “hot”  al momento giusto. La sesta vittoria nelle ultime sette partite ha spinto i torontini al sesto posto della classifica unificata per Conference. 
Il 5-4 con il quale hanno sbancato Detroit permette ai ragazzi di Babcock si scavalcare l’Ottawa. Entrambe le squadre hanno 91 punti ma i Leafs sono in vantaggio nei confronti diretti. 
In ogni caso entrambe dovrebbero farcela ad entrare nel playff, visto che la fine della stagione regolare è ormai vicinissima e la squadra appena fuori dalla zona playoff, il Tampa Bay, ha cinque punti in meno.
Da qui alla fine i Leafs hanno cinque gare da disputare, la prima in trasferta, stasera a Buffalo, le altre quattro in casa, rispettivamente contro Washington, Tampa Bay, Pittsbuurgh e Columbus.
A Detroit i Leafs hanno vinto in maniera spettacolare. Il 5-4 in ha visto il solito protagonista sotto i riflettori: Auston Matthews. La prima scelta dello scorso draft, oltre a siglare la rete decisiva, ha firmato una doppietta che lo porta a quota 38 goal in stagione e che gli permette di eguagliare il record da rookie fra i giocatori statunitensi (Neal Broten nel 1981/1982). 
Con questa splendida performance, arricchita anche da un assist, Matthews sale a quota 66 punti in 77 partite raggiungendo Peter Ihnacak, detentore del record di punti fra gli esordienti nella storia della franchigia dei Toronto Maple Leafs. Contro i Red Wings a segno anche i giovani William Nylander (nominato rookie del mese) e Mitch Marner oltre alla rete di James Van Riemsdyk.
 

About the Author

Nicola Sparano

Nicola Sparano

More articles from this author