Corriere Canadese

MONTREAL - Rabbia, dolore, costernazione.
 Sono stati questi i sentimenti che hanno caratterizzato i funerali di tre delle sei vittime della strage alla moschea di domenica scorsa a Quebec City. Decine di politici si sono unite a tanta gente comune per l’ultimo saluto a Khaled Belkacemi, Abdelkrim Hassane e Aboubaker Thabti, uccisi dalla furia omicida mentre stavano pregando. 
Durante la cerimonia sono state recitate delle preghiere anche per le altre vittime del massacro, Mamadou Tanou Barry, Ibrahima Barry e Azzedine Soufiane. 
Nel frattempo continuano le indagini sul passato di Alexandre Bissonnette, il 27 accusato di aver compiuto l’attentato domenica sera.
 

More articles from this author