Corriere Canadese

Comunita`

TORONTO - Non si può continuare così. Queste sono le parole dell’ormai ex-presidente del Comites di Toronto, Luigi (Gino) Tosti. Il problema non nasce semplicemente dai personalismi e contrasti di personalità, di questi ne sono stati evidenziati in tantissimi. 

TORONTO - Entro sei mesi, gli italiani residenti a Toronto avranno un nuovo Comites. 

TORONTO – Il successo non è mancato alla 31esima annuale serata “Italian dinner-dance” organizzata da Lupus Ontario allo scopo di raccogliere fondi per la ricerca.
L’evento si è tenuto presso la Riviera Parque Banquet and Convention Centre di Vaughan: tra i tanti intervenuti l’editore del Corriere Canadese Joe Volpe, l’imprenditore Danny Montesano, l’mp Francesco Sorbara, la famiglia Dussin.
Oltre alla cena ad allietare la serata è stata la buona musica di Variation Music, un’asta e il sorteggio di premi. L’evento è un appuntamento da non perdere per tutti coloro che desiderano trascorrere una serata piacevole, è un modo per la comunità italiana di unirsi e celebrare la forza e il coraggio di coloro che vivono con il lupus. 
Il lupus è una malattia cronica di natura autoimmune, che può colpire diversi organi e tessuti del corpo. Come accade nelle altre malattie autoimmuni, il sistema immunitario produce autoanticorpi che, invece di proteggere il corpo da virus, batteri e agenti estranei, aggrediscono cellule e componenti del corpo stesso, causando infiammazione e danno tissutale. Il prossimo appuntamento per un altro evento, è stato fissato il 3 marzo del 2018.
La serata è stata sponsorizzata in parte da Alps Welding della famiglia Dussin, da Lido Construction il cui presidente è Danny Montesano, e dalla Local 27.
Chiunque voglia saperne di più può visitare il sito www.lupusontario.org
TORONTO - L’Oshawa Italian Recreation Club (OIRC) ha celebrato la “Giornata internazionale della donna” domenica 5 marzo con una festa nel corso della quale sono state premiate alcune donne della comunità che si sono distinte per l’impegno in attività socio-culturali. 
Organizzato dalla sezione femminile del Club e sponsorizzato dal circolo PD di Toronto e  dal Patronato INCA, l’evento ha visto la partecipazione della scrittrice   Gianna Patriarca che ha deliziato i presenti  leggendo brani delle sue composizioni poetiche. 
È questo il secondo anno in cui il Club organizza la festa con l’intento, non solo di dar rilievo alla celebrazione, ma anche di rendere omaggio alle donne della comunità che lavorano e si impegnano in vari campi per il benessere comune.
Il comitato dell’Oshawa Italian Recreation Club ha deciso di premiare quest’anno Rosa Raso e Franca Maiorano per il volontariato in seno al club, Sabrina Ziccarelli in qualità di donna d’affari, Cristina Rocchetta Rizzuto nel campo Arte e Cultura, Maria Stano per  volontariato sia nel club che nella comunità ed infine Sandra Filetti per il suo lavoro in seno alla comunità nel campo dell’abuso e violenza contro le donne. La ventennale esperienza della Filetti fa sì che il suo contributo venga richiesto dalla polizia, dai college e università oltre che da associazioni femminili. Sandra Filetti ha inoltre co-fondato il Social Network Committee della Regione di Durham ed è stata nominata per l’Attorney General  Victims Service Award.
Le signore premiate hanno ricevuto un attestato da parte del Prof. Giuseppe Cafiso, segretario del Pd di Toronto oltre che un bel mazzo di mimose dalla direttrice dell’Inca Emilia Capo. 
Graditissima ospite della festa è stata l'onorevole Francesca La Marca, deputata al parlamento Italiano in rappresentanza del nord e centro America. Al termine della festa il comitato femminile del sodalizio ha offerto un rinfresco a tutti i presenti. Infine il presidente  Tony Rizzuto si è congratulato con le signore premiate ed ha ringraziato tutti i presenti per aver partecipato all’evento.
 
Alcune signore premiate
dall’Oshawa Italian
Recreation Club
TORONTO - Gli Alpini del Gruppo Toronto Centro hanno festeggiato il loro 58simo anno di fondazione alla Riviera Parque Convention Centre di Vaughan con la partecipazione di 350 persone.
La serata è cominciata con la sfilata delle bandiere canadese e italiana portate da Peter Andresani e Evan De Buglio, gli Knights of Columbus - Honour Guard; io in quanto capogruppo degli alpini Toronto Centro con il Consigliere Regionale di Vaughan, Gino Rosati, padre Vitaliano Papais, cappellano militare della Sezione di Toronto Gruppo e Gino Vatri  presidente Sezione Toronto e coordinatore ANA sezioni del Nord America. Ed ancora gli alpini DNA (Di Nonno Alpino) guidati da Martina De Buglio, Robert Vatri, e Elisa Andresani, le associazioni d’arma Marinai, Bersaglieri, Carabinieri, Polizia di Stato, ASAP e infine gli alpini, il gruppo North York guidato dal capogruppo Adolfo D’Intino. Dopo gli inni canadese ed italiano e il suono del Silenzio per ricordare i soldati caduti in tutte le guerre e in missioni di pace abbiamo ricordato gli alpini soci “andati avanti”. 
Si  è  proseguito con la tradizione cerimonia “Stella Alpina” per  ricordare alpini che non sono più con noi, cerimonia che fa parte del progetto "Keeping the Alpini name alive"  mirato a tenere i contatti con figli, figlie, nipoti e pronipoti DNA di alpini “andati avanti”. La cerimonia venne introdotta con la lettura delle due ultime strofe della poesia (Alpino) La montagna ti ricorda scritta da me. 
Nella serata ventisei famiglie discendenti d’alpini hanno ricevuto una stella alpina con la dedica dalla “Montagna Ricorda" e diciotto hanno partecipato alla cerimonia.
Il capogruppo Danilo Cal da ufficialmente il benvenuto a tutti i presenti, ringraziando in particolare i DNA e i famigliari che sono venuti a ricordare i nostri fratelli alpini che sono andati avanti. Un pensiero è stato rivolto a tutte le persone che ci hanno aiutato nelle nostre iniziative di solidarietà, esprimendo  anticipatamente gratitudine a tutti i presenti per la generosità che verrà dimostrata durante la serata. Viene ricordato che il ricavato della lotteria verrà interamente donato alle popolazioni terremotate del Centro Italia. 
Durante la serata, dopo una introduzione da parte di Gino Vatri della storia della Borsa di studio Franco Bertagnolli - donata dall’Associazione Nazionale Alpini - il premio è stato consegnato  alla vincitrice Caterina  Bordignon, nipote di Giuseppe Bordignon.
A completare la bellissima serata, tanta allegria cibo squisito e musica di DJ Luigi, che per tutta la serata ha fatto ballare i presenti. Per i terremotati del Centro Italia il gruppo Centro donerà $5,000.00 all’ANA  che saranno usati da volontari alpini nelle zone terremotate per comprare materiali edili per costruire o ristrutturare edifici pubblici o privati.
Personalmente posso dire che non scorderò le emozioni provate nella serata per la lunga fila di famigliari che sono venuti a ricordare il loro caro alpino.  Le lacrime che mi sono scese  quando si  ha ritirato la stella alpina la vedova del nostro tenente Ivan Blunno, Maria Teresa con i giovanissimi figli Martina, Alessandro e Manuela. Avevo il nodo in gola  quando ci ha salutati con un  “arrivederci al prossimo anno”.
 
Danilo Cal, 
Capogruppo A.N.A. Sezione Toronto, Gruppo 
Toronto Centro