Corriere Canadese

TORONTO -  Il 27 febbraio, giorno prima del voto dei trustee per la chiusura della scuola elementare cattolica di Vaughan Our Lady of Peace, è scesa in campo la leader dell’Ndp Andrea Horwath. 
Con una lettera inviata a Joe De Matteis, uno dei genitori che sta lottando per scongiurare la chiusura della scuola, la Horwath prende posizione in modo deciso e ribadisce la necessità di avere scuole che “come per le famiglie di Maple e in tutta l’area di Vaughan è molto più di mattoni e calce. Le scuole sono parchi  gioco, spesso il fulcro centrale della comunità”.
Nella lunga lettera la Horwath loda la scuola di Maple definendola “un ottimo esempio di ciò che le scuole possono offrire al quartiere e alle famiglie che risiedono lì”.  Oltre che essere utilizzata al 96%, a vantare un ottimo programma di French immersion e ad essere l’unica scuola cattolica della zona, dice la Horwath, quasi tutti gli studenti che la frequentano la raggiungono a piedi.“Nonostante il successo di questa istituzione e la dedizione dei genitori, studenti e lavoratori nell’istruzione, la scuola Our Lady of Peace è in procinto di essere eliminata”.
Di scuole, soprattutto in alcune zone, c’è davvero bisogno secondo la leader dei neodemocratici  che prospetta un maggiore sviluppo dell’edilizia abitativa a Rutherford e Dufferin, cosa che aumenterà in futuro la necessità di una scuola. “La chiusura della Our Lady of Peace creerà una carenza di posti nelle scuole cattoliche quando crescerà la necessità di queste”, scrive la Horwath.
La Horwath punta anche il dito contro il modo con cui avviene il processo Par. “Inoltre, i cambiamenti apportati nel 2015 alle linee guida di revisione (Par) limitano l’input della comunità e le informazioni sul processo decisionale. La linea temporale minime per l’intero processo di revisione è stato ridotta da sette mesi con quattro incontri pubblici a soli cinque mesi con solo due incontri pubblici. Una nuova scappatoia, consente addirittura l’opzione di un Par  abbreviato, senza commissione e con un solo incontro pubblico, processo che richiede solo due mesi. Riducendo la lunghezza del tempo di questo importante processo si limita la capacità dei membri della comunità di partecipare alle decisioni che avranno un impatto nel loro quartiere per le generazioni future”. 
Non manca una frecciatina al governo, reo secondo la leader dell’Ndp di “cercare altre sistemazioni e di chiudere le scuole  in un momento in cui la provincia dovrebbe investire nelle nostre scuole”. “La provincia dovrebbe favorire e incentivare i Board ad utilizzare facilmente le scuole come centri comunitari piuttosto che chiuderle. Il governo deve rendere più facile per lo York Catholic District School Board lavorare in collaborazione con i genitori e il personale scolastico della Our Lady of Peace per permettere di trovare soluzioni creative e innovative al fine di mantenere questa scuola aperta”.
 

About the Author

Mariella Policheni

Mariella Policheni

More articles from this author