Corriere Canadese

TORONTO - Il pugilato nacque come la noble art, la nobile arte. Per la verità sul ring di nobile c'è sempre stato poco, o niente del tutto. Dietro molti incontri famosi spesso ci sono stati sospetti di combine. Si va dai match aggiustati di Primo Carnera ai primi due incontri tra l'allora Cassius Clay contro Sonny Liston. Colui che poi sarebbe diventato il “più grande” vinse a sorpresa, prima per abbandono dopo poche riprese, poi per un colpo che neanche la moviola ha mai potuto vedere.
Nonostante i molti incontri aggiustati, la boxe era pur sempre uno sport serio. Ora siamo alla farsa. Perchè la boxe si accinge a sconfinare nel lucroso terreno della MMA, Mixed Martial Arts. 
Alzi la mano chi credeva che fosse possibile l’incontro di cui si parla da mesi tra la leggenda della boxe, Floyd Mayweather Jr., e la leggenda delle MMA Conor McGregor. Ora questo match si farà sul serio, il prossimo 26 agosto a Las Vegas. Si combatterà con le regole della boxe, su 12 riprese.
 In molti si chiedono cosa potrà fare il campione UFC (che ha ottenuto la licenza di boxe in Nevada, nonostante non abbia incontri ufficiali al suo attivo), contro uno dei migliori pugili della storia, che ha chiuso da la propria carriera con uno score di 49-0. È ovvio che, giustamente, il super favorito sia Mayweather, in un match che, stando ai numeri, non ha molto da raccontare, se non a livello mediatico. Al di là di quello che dirà il ring, l’incontro si farà per milioni di buoni motivi. Secondo il Dailymail a Mayweather sarà garantito un guadagno minimo di 100 milioni di dollari, mentre la quota per McGregor si aggira attorno agli 80 milioni, ma una percentuale di quello che guadagnerà l’irlandese andrà all’UFC. La sfida Mayweather vs McGregor sarà a 154 libbre (light middleweight) come spiegato dal patron UFC Dana White, che ha inoltre confermando: «Srà in un ring, è un evento di pugilato. Conor McGregor è un ragazzo che ha fatto molte cose buone qui per lo sport, lui ha voluto questo match, che anche i fan volevano. È sicuro al 100% di vincere questo incontro e io ho smesso di dubitare di Conor McGregor molto tempo fa». 
Anche Mayweathr parlando del match ha spiegato: «Siamo due professionisti che dominano nei propri sport. I fans da tutto il mondo chiedono di vedere questo match e io voglio dare loro quello che chiedono». L’unico che in Mayweather vs McGregor sembra avere qualcosa da perdere è proprio il campione di Grand Rapids che, se andasse in contro ad una (molto improbabile) sconfitta, intaccherebbe la propria leggenda con una macchia che verrebbe ricordata per sempre.
 La surreale sfida lanciata dall’irlandese è stata appoggiata da subito dai vertici UFC, ovviamente attirati dalla pubblicità e dai soldi che questo match potrà generare. Inoltre, anche se in questo caso si tratterà di un match di pugilato, mettendo di fronte due atleti provenienti da discipline differenti, il match non si discosta dallo spirito che diede vita alle Mixed Martial Arts, disciplina che, nei primi anni di vita, era animata proprio dalla voglia di confrontare i migliori fighters provenienti dalle diverse discipline marziali. 

About the Author

Nicola Sparano

Nicola Sparano

More articles from this author