Corriere Canadese

TORONTO - I periti del Comune di Toronto dovranno decidere se il Columbus Centre è un patrimonio storico da preservare: se così fosse, il piano di riqualifica dell’intera area verrebbe rimesso in discussione. 
Sono questi gli ultimi sviluppi di una vicenda che dura ormai da parecchi anni e sulla quale non si riesce a scrivere la parola fine. A complicare i piani della dirigenza di Villa Charities - l’organizzazione che controlla il Columbus Centre - e del provveditorato cattolico torontino è stata una mozione presentata dalla consigliera comunale Maria Augimeri, firmata anche dal collega Justin Di Ciano, con la quale si chiedeva a City Hall di chiamare in causa lo staff dell’Heritage Preservation Services per decidere se la struttura avesse tutti i requisiti per essere considerata di valore storico e di conseguenza un bene comune da tutelare. Il consiglio comunale ha accettato la mozione all’unanimità. 
“Per oltre 30 anni - si legge nella mozione - il Columbus Event Centre ha prodotto con successo eventi straordinari con uno stile distintivo italiano nella città di Toronto. Il Columbus Event Centre fa parte della famiglia di Villa Charities, organizzazione caritatevole che coltiva, promuove e celebra lo nostra cultura italocanadese”. “Frequentata da più di 100mila visitatori l’anno, il Columbus Centre è un popolare luogo d’incontro dove la gente può godere della ricchezza della cultura italiana nel contesto canadese”. 
Tutte ragioni - è il senso della mozione - per le quali si dovrebbe stabilire se l’edificio rappresenta un patrimonio storico da difendere.
Nel piano sviluppato in passato, il Columbus Centre farebbe parte di un progetto di sviluppo che coinvolgerebbe anche le scuole Dante Alighieri e Regina Mundi. 
Questo progetto prevede l’abbattimento dell’edificio e la costruzione di una nuova struttura che dovrebbe ospitare anche le classi di questi istituti scolastici, lasciando poi la possibilità di uno sviluppo edilizio nell’area circostante. 
E proprio questo piano (Preliminary Report - Zoning By-law Amendment and Draft Plan of Subdivision Applications - 901 Lawrence Avenue West, 3050 & 3010 Dufferin Street and 40 Playfair Avenue, Ward 15) sarà discusso domani presso il North York Community Council. Il pubblico è inviato a partecipare. 
In particolare nel meeting saranno affrontati i temi relativi alla regolamentazione normativa che regola la zona e la richiesta di avvio di progetti edilizi. 
Nell’incontro sarà presentato un rapporto nel quale vengono messe in luce le richieste avanzate da chi propone il piano di sviluppo dell’area, mentre è già stato stabilito che sarà necessaria la stesura di un rapporto finale sulla controversa questione.
Anche in questo caso potrebbero arrivare altri intoppi per il progetto di riqualifica della zona.
Nei mesi scorsi numerosi esponenti comunitari non avevano nascosto al Corriere Canadese le loro perplessità e i loro dubbi riguardo il progetto portato avanti da Villa Charities e dal provveditorato cattolico. Anche nei prossimi giorni continueremo a seguire la vicenda.
 

About the Author

Francesco Veronesi

Francesco Veronesi

More articles from this author