Corriere Canadese

TORONTO - Si fa sempre più dura l’opposizione al progetto del nuovo Columbus Centre.
 
Intervento di Augimeri al Consiglio di North York:
“Non appartiene a voi”.
La raccomandazione passa a City Hall
 Nel meeting del North York Community Council che si è tenuto ieri infatti, il Consiglio di zona ha approvato la mozione presentata dal consigliere Josh Colle che chiede di fatto di nominare un rappresentante della Città che si presenti all’Ontario Municipal Board per cercare di fermare il progetto voluto da Villa Charities e Toronto Catholic District School Board.
«Questo è un posto pubblico e non è vostro da vendere e da demolire - ha detto Maria Augimeri in un appassionato intervento tra gli applausi di molti dei presenti - La gente ha lottato con le unghie». 
«Non capisco perché vi siate rivolti all’Omb, a meno che non ci siano circostanze che sono meno che oneste - ha aggiunto la chair del NYCC rivolgendosi ai vertici di Villa Charities - Perché un Board of director onesto non sarebbe andato all’Omb. Un Board of directors onesto lascerebbe il proprio posto dicendo: “Abbiamo fallito, non abbiamo più a cuore l’interesse della gente e non dovemmo più far parte di questo board”».
Duri anche gli interventi degli altri consiglieri, in particolar modo quelli di Colle e Perruzza, che poi hanno votato all’unanimità la mozione che chiede alla Città di nominare un suo rappresentante che vada di fronte all’Omb quando sarà stabilita la data dell’udienza per il ricorso fatto da Villa Charities. Presente alla riunione un folto numero di persone, la maggior parte delle quali era chiaramente e rumorosamente contraria al progetto del nuovo Columbus Centre.
In molti hanno voluto parlare e dire la loro sul tema che tanto interessa la comunità italocanadese. Tra questi l’mpp Mike Colle, il membro del Comitato per salvare il Columbus Centre Elio Costa, Lawrence Pincivero, Patrick DeMarco, Ian MacDonald, Franco Misuraca, Vincenzo Gentile, Dorothy Pullan e Christine Genowefe. 
Presenti anche i rappresentanti dei fautori del progetto. È intervenuto infatti l’avvocato Quinto Annibale, che ha presentato il ricorso all’Omb per Villa Charities, la responsabile del progetto Maria Gatzios, fondatrice dello studio Gatzios Planning + Development Consultants Inc., e la trustee del Toronto Catholic District School Board Maria Rizzo.
Adesso la palla passa al Consiglio comunale di Toronto, che il prossimo 4 luglio dovrà decidere se dare l’ok alla mozione votata ieri dal North York Community Council. 
Se il risultato sarà positivo allora la Città nominerà un rappresentante che vada di fronte all’Omb per cercare di contrastare il progetto del nuovo Columbus Centre. E sarà davvero muro contro muro.
 

About the Author

Leonardo N. Molinelli

Leonardo N. Molinelli

More articles from this author