Corriere Canadese

TORONTO - Come preannunciato arriva la rivoluzione nel mondo del lavoro in Ontario. Il governo liberale ha presentato un pacchetto di misure contenute nel progetto di legge “The Fair Workplaces, Better Jobs Act” destinate a modificare profondamente i rapporti lavorativi nella nostra provincia. In primo luogo ci sarà un sostanziale aumento della paga minima per tutti i lavoratori in Ontario. Dall’attuale 11.40 dollari all’ora si passerà a 11.60 dollari dal prossimo ottobre, poi a 14 dollari a partire dal 2018, mentre dal 2019 ci sarà un ulteriore incremento a 15 dollari. A partire da quella data, inoltre, tutti gli stipendi nella provincia saranno ancorati all’aumento dell’inflazione: annualmente i contratti, quindi, subiranno un adeguamento proporzionale all’aumento del costo della vita, che permetterà ai lavoratori di mantenere invariato il loro potere d’acquisto. Secondo i dati presentati dall’esecutivo provinciale, attualmente circa il 10 per cento dei lavoratori in Ontario percepisce la paga minima, mentre il 30 per cento del totale non arriva a guadagnare 15 dollari all’ora. Per questi milioni di lavoratori - ha fatto intendere la premier Kathleen Wynne - si tratterà di una svolta epocale e di un significativo miglioramento della qualità della vita.
In arrivo, poi, modifiche anche per quanto riguarda le vacanze. A partire dal 2018, sarà obbligatorio per tutte le compagnie il pagamento di almeno tre settimane di ferie per i dipendenti sotto contratto da almeno cinque anni, rispetto alle due settimane previste dalla legge attualmente in vigore.
 Con la riforma, inoltre, tutti i lavoratori avranno il diritto di prendersi dieci giorni per emergenza personale, con due giornate che dovranno essere pagate per legge. 
Tra le novità, anche quella della parità di stipendio per la stessa mansione a prescindere se il lavoro venga svolto da un dipendente a tempo indeterminato o da uno che ha semplicemente un contratto part-time.
“Ci assicureremo - ha dichiarato Wynne - che i lavoratori part-time ricevano un compenso uguale per lo stesso lavoro. La realtà è che sempre più compagnie decidono di assumere lavoratori part-time, che per sé non è una cosa cattiva. Ma questa situazione ha anche creato condizioni di lavoro ingiuste in cui alcuni lavoratori vengono pagati meno di altri per svolgere la stessa mansione. Pagare la gente lo stesso stipendio per le stesse mansioni rappresenta l’essenza della giustizia”. Nel pacchetto di emendamenti alle due leggi che regolano il lavoro in Ontario - “Ontario’s Employment Standards Act” e “Labour Relations Act” - sono presenti tra l’altro delle misure che rafforzano il ruolo e la presenza dei sindacati nel tessuto produttivo provinciale, come quella relativa alla certificazione con tanto di tessere per alcune categorie che ne sono attualmente sprovviste.
Nel progetto di legge, infine, sono previste multe salatissime per i datori di lavoro che non rispetteranno le nuove regole.

About the Author

Francesco Veronesi

Francesco Veronesi

More articles from this author