Corriere Canadese

TORONTO - La brutta sconfitta rimediata sabato sera a Dallas costa a Toronto Fc la vetta della Eastern conference e della classifica generale della Mls. Adesso è Chicago a guidare, dall’alto dei suoi 37 punti in 18 partite, con i Reds due punti dietro, sia nella classifica generale che in quella di Conference.
L’1-3 rimediato dai Reds al Toyota Stadium però, nonostante la brutta prestazione e i gravi errori difensivi, non crea allarmi o eccessive preoccupazioni  in cas Tfc. Un po’ perché la sconfitta è arrivata su un campo tradizionalmente ostico  (i Reds non hanno mai vinto a Dallas in campionato), un po’ perché è arrivata dopo l’emozionante vittoria all’ultimo respiro contro Montréal nella coppa canadese e un po’ perché i Reds erano piuttosto decimati dalle assenze legate a infortuni e convocazioni per la Gold Cup. 
Con Edwards, Osorio e Ricketts convocati da Zambrano e Morrow già da una settimana con gli Usa, Vanney ha dovuto puntare su Morgan che, oltre a essere reduce da un lunghissimo infortunio, mai aveva giocato da esterno di centrocampo e ha sofferto non poco la nuova posizione.
Stesso problema per l’esordiente Alseth, che a destra ha fatto rimpiangere Beitashour non poco. Proprio l’esterno destro iraniano è l’ultimo degli infortunati dei Reds, vittima di un fallaccio di Fisher nella finale di Canadian Championship contro Montréal. Colpito dura nel primo tempo, Beitashour ha concluso la gara e festeggiato la vittoria per poi essere operato due giorni dopo al pancreas. Un infortunio che lo terrà fuori chissà per quanto ancora, visto che i tempi recupero sono ancora sconosciuti.
Tfc quindi adesso si prepara alla trasferta di domani a Orlando, dove oltre alla lunga lista di assenti di Dallas si aggiungeranno anche Bradley, Altidore e Cooper, anche loro in nazionale per la Gold Cup. Poi ci saranno 14 gironi di pausa prima della trasferta a New York in casa del City di Pirlo.

About the Author

Leonardo N. Molinelli

Leonardo N. Molinelli

More articles from this author