Corriere Canadese

OTTAWA - È iniziata ieri la visita di Stato di Sergio Mattarella in Canada. Il presidente italiano ha incontrato il governatore generale, David Johnston, a Rideau Hall.
“Tra Italia e Canada - ha detto il capo di Stato italiano - esiste un rapporto di grande vicinanza, amicizia e collaborazione».
Mattarella e Johnston si sono intrattenuti a colloquio dopo un breve incontro con la stampa.
In seguito, si è svolta la cerimonia di piantumazione di un castagno americano nei Giardini della Residenza, in ricordo della Visita di Stato e per celebrare i settant’anni di relazioni diplomatiche tra i due Paesi. Più di 140 alberi ornano il giardino e rappresentano un segno tangibile delle visite ufficiali di Capi di Stato, famiglie reali e altre alte cariche.
Successivamente, Mattarella ha reso omaggio al Monumento ai Caduti. Nel pomeriggio il Capo dello Stato ha incontrato la collettività italiana di Ottawa alla National Gallery of Canada.
In serata, infine, al Rideau Hall, la cena di stato offerta dal Governatore Generale.
Oggi il presidente italiano si trasferirà a Parliament Hill dove avrà un colloquio con il primo ministro, Justin Trudeau, e incontrerà lo Speaker del Senato, George Furey, e lo Speaker della Camera dei Comuni, Geoff Regan.
Poi Mattarella partirà alla volta di Montréal, con un colloquio nel pomeriggio con il premier del Québec, Philippe Couillard.
Sempre oggi è previsto l'incontro con la collettività italiana di Montréal. La visita continuerà a bordo della nave "Amerigo Vespucci" attraccata al porto di Montreal per i 375 anni dalla fondazione della città. Nell’occasione il sindaco Denis Coderre consegnerà al Presidente Mattarella le chiavi della metropoli del Québec.
In programma domani mattina la partenza per Toronto dove al suo arrivo visiterà il Costi che da oltre 60 anni offre servizi sociali alle comunità di emigranti. Nel pomeriggio avrà un colloquio con la premier dell’Ontario, Kathleen Wynne.
In serata l’incontro con la più numerosa comunità italiana del Paese.  Il 30 giugno è prevista la partenza per trasferimento a Vancouver. 

About the Author

Corriere Canadese

More articles from this author